Mobility LAB

La Mobilità Sostenibile Inizia dai Giovani

ConfMobility crede fortemente nei giovani e nella loro volontà di cambiamento. Tutte le norme internazionali e nazionali si rivolgono sì agli Stati, ma soprattutto predispongono linee d’azione e piani strategici a vantaggio delle prossime generazioni. Tuttavia, non tutti i giovani sembrano avere coscienza del cambiamento epocale che è in atto e del congruo impegno che è loro richiesto: infatti, solo 4 giovani intervistati su 10 ha ben chiaro il concetto di sostenibilità (declinato in tutte le sue forme), mentre 6 su 10 non credono di essere loro gli attori del cambiamento, bensì ritengono che la questione debba essere delegata ancora alle future generazioni*.
ConfMobility intende quindi coinvolgere di più i giovani al tema della mobilità sostenibile, come?
Prevede di istituire giornate informative, di promozione e laboratori educativi all’interno delle scuole, centri culturali, associazioni, ONG e fondazioni per diffondere e creare una vera e propria cultura ed etica legata alla mobilità sostenibile e sui relativi aspetti ambientali, sociali ed economici a quest’ultima legati. Lo scopo è infatti quello di coinvolgere la cittadinanza tutta, compresi tali enti, auspicando che possano farsi promotori di questa iniziativa e possano coinvolgere un numero sempre più vasto di giovani in maniera duratura e costante nel tempo.
Crediamo che solo attraverso una corretta informazione i giovani siano portati ad una riflessione libera ed incondizionata per compiere scelte consapevoli e responsabili in materia di mobilità sostenibile, una riflessione che li potrà spingere ad un maggiore utilizzo del trasporto pubblico, di mezzi a basso impatto ambientale, a sfruttare maggiormente percorsi pedonali o ciclabili che, oltre all’ambiente, sottraggono i ragazzi da una vita sedentaria e poco salutare.

Coinvolgere di più i giovani significa renderli co-attori del cambiamento lasciando loro la parola. Per questo, ConfMobility lancerà a breve un forum, laddove ciascuna persona interessata potrà esprimersi come meglio ritiene, dialogare e confrontarsi con i propri coetanei, contribuendo con le loro idee a sviluppare nuove soluzioni di una mobilità smart, a misura d’uomo e di ambiente.

* Indagine Fondazione Barilla e IPSOS, Giovani e SDGs: pochi conoscono il ruolo dell’alimentazione, giugno 2019.

Vuoi più informazioni?